Commodore 65: la resurrezione!

Commodore 65 : facciamolo funzionare anche con chipset incompatibili

Questo articolo scritto da Giorgio Guagnini che ringraziamo pubblicamente per la capacità tecnica e la indubbia tenacia nel raggiungere risultati a prima vista impossibili, racconta la storia di una vera e propria resurrezione di una scheda madre Commodore 65, priva dei chipset video e processore nelle corrette versioni.

Un compito impossibile che solo la capacità di Giorgio ha potuto portare a compimento. Lo pubblichiamo sperando possa essere utile a quanti (penso davvero pochi al mondo) stiano tentando la medesima impresa. Grazie ancora Giorgio !   

Articolo by Giorgio Guagnini

La base di partenza erano i risultati di prove fatte da Riccardo Rubini che saluto con piacere e ringrazio per i tests. Questo risultato è anche merito suo.

Due link relativi al lavoro di Riccardo.

http://www.floodgap.com/retrobits/ckb/secret/65.html

http://compgroups.net/comp.sys.cbm/commodore-65-and-chip-revisions/370221

Noi siamo partiti da li’.

Una scheda rev 2, sia a o b, funziona con cpu 4510, 4510 r 3 o 4 e chip video 4567r.

Una scheda rev 5 funziona con cpu 4510r5 e chip video 4567p.

La cpu 4510r5 e il chip video 4567 non funzionano, completamente o in parte su una scheda ver 2 (a o b)  E’ logico l’ inverso; una cpu 4510 o 4510 r 3 e 4 non puo’funzionare su una scheda rev 5.

La mia fortuna è la capacita’ autonoma di poter realizzare quello che ho in mente.

Utilizzare una struttura esterna per materializzare le idee piu’ folli costerebbe cosi’ tanto che i sogni rimarrebbero tali.

Noi avevamo una scheda commodore 65 rev 2b, tutti i componenti standard ma una cpu 4510r5 e un chip video 4567p. 

Cosi’ ho studiato e progettato un adattatore per la cpu 4510r5 (vedi foto in basso)

E dopo snervanti controlli e controprove l’adattatore di socket si e’ inserito.

All’accensione il tutto ha funzionanto a parte problemi di timing e segnali relativi all’incompatibilita’ che bloccava il funzionamento della macchina.

Poi ho stabilizzato anche quelli e a livello cpu tutto ha funzionato.

La foto mostra il c65 funzionante e problema chip video 4567p riportato da Riccardo Rubini.

Nuovo lavoro sezione video.

Problema risolto.

Ai piu’ maliziosi prevengo che la differenza tra le versioni rom delle due foto non deve far pensare ad un tipico fake.  Noi abbiamo programmato n. rom per i tests.

La foto precedente e’ relativa al primo avvio e quella era la versione di boot relativa

La foto che segue mostra una versione che meglio si adatta alla stabilità della scheda

Come dire: per prevenire sospetti fake devo morire per programmare ad hoc una rom che corrisponde poi?

Le telenovelas sono cose da TV. 🙂

Ultimo problema rilevante: non avevamo un drive floppy per il commodore 65.

L’unica via d’uscita era tentare di rendere compatibile l’interfaccia floppy c65 con un drive floppy standard.

La terza revisione di una interfaccia tra le due parti ha risolto il problema.

Rimangono alcuni dettagli da sistemare ma dettagli da poco.  Il più e’ fatto.

Prossima sfida?  Espansione ram 1mb.

To do:

  • reverse engineering
  • design matrix pal (ora sconosciuta)
  • build prototype

Probabilita’ di riuscire …scarse…..

Fino ad ora “il non so se” ha portato fortuna… 🙂

Ciao a tutti e non mollate mai!.

Qualcuno lo ha detto prima di me:

Everyone knows that a thing is impossible to realize until someone inexperienced comes and invents it.”
(Albert Einstein)

Ad maiora !

Giorgio Guagnini (Milan)

Carlo Pastore (Rome)

Dr. Commodore

www.commodoremania.it

Grande collezionista di personal computer Commodore, soprattutto dei prototipi. Possiede tre Commodore 65, macchina mai entrata in commercio e molto ambita tra i collezionisti per la sua rarità. Organizzatore di eventi di retroinformatica e sostenitore del progetto Mega65.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.