Buttboard per CD32

Dopo il fallimento di Commodore uno degli ingegneri della divisione Amiga, Dave Haynie, iniziò a collaborare con aziende esterne per cercare delle soluzioni hardware che potessero sfruttare il know-how Amiga. Una di queste aziende chiese di disegnare una scheda che collegata all’Amiga CD32 lo trasformasse in un vero e proprio (nonché performante) computer. Purtroppo per mancanza di fondi anche questo progetto restò allo stato prototipale. Nella foto potete ammirare l’unico prototipo esistente.

Dr. Commodore

www.commodoremania.it

Grande collezionista di personal computer Commodore, soprattutto dei prototipi. Possiede tre Commodore 65, macchina mai entrata in commercio e molto ambita tra i collezionisti per la sua rarità. Organizzatore di eventi di retroinformatica e sostenitore del progetto Mega65.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.